.

Blog

Un virus della famiglia dei "corona", ci ha fatto visita agli inizi del 2020, in esso è racchiuso un messaggio, una stringa di istruzione per l'aggiornamento del sistema biologico umano.

Con il passare dei mesi è apparso sempre più evidente dove volesse mirare questo evento epocale dell'emergenza sanitaria. Al netto delle varie ipotesi che stanno dietro la narrazione: grande reset, nuovo ordine mondiale, poteri occulti e via dicendo.

La "battaglia" che infuria contro il covid non ha la finalità di salvaguardare la salute dell'umanità ma impedire che questo virus "messaggero" la informi circa la necessità di un cambiamento e di una trasformazione, ormai improcrastinabili, del "vecchio" modello e delle vecchie abitudini di vita.

Tornando ad esaminare la situazione da un'ottava inferiore si prende atto che si torna alle chiusure per l'emergenza sanitaria, gli ospedali non ce la fanno.

Day After

26.10.2020

Si torna alla chiusura come era facile prevedere.

Prova a scendere, da una dimensione di realtà di un'ottava superiore, alla "realtà" di un programma olografico di un'ottava inferiore e osserva come viene percepito da chi vi gioca attivamente e il suo funzionamento.

Un governatore chi si rispetti, in un regime democratico, deve fare in modo che i suoi "sudditi" possano vivere nel modo migliore possibile e con una politica avveduta, intelligente, mirata. Soprattutto perché è stato eletto con un mandato diretto proprio dai suoi "sudditi".

Decisamente ingenuo l'appello, lanciato in questi giorni allo Stato, dai governatori e dai sindaci di alcune regioni d'Italia, perché prenda provvedimenti circa la ripresa selvaggia degli sbarchi clandestini.

Si fa sempre più pressante la previsione, largamente diffusa, di un'imminente battaglia epocale tra due forze che si contenderebbero questo pianeta. Si sente parlare di contrapposizione tra luce e tenebra, di santi contro demoni, di forza positiva in opposizione a quella negativa. A ben vedere, però, le condizioni con le quali si manifesta...

L'elemento critico in un contesto evolutivo è l'illusione dello spazio-tempo che crea la realtà virtuale su cui si crede di intervenire.

Per l'anima è arduo scendere al settimo ed ultimo livello della manifestazione, fosse anche per comprendere finalmente di non essere divisa dal tutto.

In uno dei miei ultimi articoli ho parlato dell'esistenza di due forze in campo, in contrapposizione tra loro e apparentemente antitetiche che, per comodità ho definito "oscurità" e "luce".

La divaricazione del dualismo, in questo momento appare sempre più ampia, una forbice che si allarga sempre di più.

C'è chi sperava in un cambiamento epocale e chi invece di trarre vantaggi da questo imprevisto isolamento che passerà alla storia con una sigla che sembra un prodotto informatico: Cov19.